apache2 htaccess e mod_rewrite

Bene, eccomi di nuovo qui, ancora una volta per lamentarmi di qualcosa. “Eh… ma ti lamenti sempre?” No, solo quando perdo la pazienza, come in questo caso. (…e di pazienza ne ho tanta, anche troppa, sia chiaro!)

Dunque, riassumo la questione senza girare troppo attorno al problema, tanto questo post interesserà solo agli addetti ai lavori, come me. Premetto che di wordpress ne installo a centinaia, e tutti nello stesso modo e con le stesse impostazioni, quindi non sono il primo stupido sulla piazza. La situazione è questa: installo wordpress, attivo i permalinks personalizzati google-friendly. Sapendo che wordpress genera in automatico il file .htaccess, non mi pongo tanti problemi e creo subito il primo post per testare che tutto funzioni correttamente.

Titolo… Contenuto… Controllo il permalink generato in automatico dal titolo..

Ok, sembra tutto perfetto, non mi resta che visualizzare il sito e provare il link.

CAZZO!  #!”%%/$  […] $!#?^&  FANCULO!

Indovina un pò? Non va… (eh… se lo scrivo qui nel mio sito deve esserci un motivo, no?) Comincia la caccia al bug. Apro subito il mio caro .htacces e vedo se wordpress ha scritto tutto giusto:

# BEGIN WordPress

RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d
RewriteRule . /index.php [L]

Tutto giusto… Inizio allora a guardare i log di apache e vedo chiaramente dei simpatici errori 404 – Pagina non trovata. Confronto questo htaccess con quello di un sito fatto precedentemente: sono identici. Boh… Provo a creare nella document_root del sito una cartella con il nome della pagina non trovata e MAGIA MAGIA… vedo il contenuto della cartella.

Allora penso: è quel grandissimo pezzo di m. del rewrite che non funziona! Controllo che in apache il modulo rewrite sia caricato… ok, viene caricato. Guardo di nuovo htaccess e mi chiedo: cosa vuol dire “RewriteEngine On”? Vorrà forse dire “utilizza quel cazzo di modulo?!?” A quanto pare il mio apache se ne sbatte. Allora metto quel comando direttamente nella configurazione della document root nel file di configurazione del dominio. Funziona.

Ora, poichè vorrei evitare di scomodare i santi dei calendari dal 2015 al 2050 (quelli da oggi al 2014 li ho già chiamati tutti all’appello!), qualcuno mi può spiegare come mai il rewrite funziona scrivendo quel comando nel file di configuazione del dominio, mentre invece scrivendolo (come in tutti gli altri wordpress) nell’htaccess, apache se ne sbatte allegramente?

Grazie.

Forse

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code class="" title="" data-url=""> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong> <pre class="" title="" data-url=""> <span class="" title="" data-url="">